• logo

Customer Challenge

Il Palazzo Ducale di Sassuolo è il gioiello delle Gallerie Estensi che si trova nel centro storico di Sassuolo. Il seicentesco palazzo ducale trae origine da un precedente castello, detto comunemente Rocca, costruito nel 1458 da Borso d’Este, marchese di Ferrara e signore del luogo.

Mumble, coinvolta da Tracce SRL e con il sostengo delle Gallerie Estensi, la Città di Sassuolo e la Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, ha sviluppato l’applicazione di Palazzo Ducale, con l’obiettivo di rendere fruibili da smartphone le bellezze di questo gioiello.

Solutions

L’applicazione, sviluppata per i sistemi operativi iOS e Android, è stata pensata per risultare di semplice utilizzo per ogni tipo di utente, anche quelli meno esperti. Percorrendo le suggestive sale del Palazzo, l’app accompagna il visitatore facendo scoprire non solo gli affreschi e i dettagli architettonici, ma anche i personaggi, gli artisti e le vicende che hanno dato vita ad una delle residenze barocche più suggestive d’Italia.

La Tecnologia

L’applicazione è stata sviluppata sfruttando la tecnologia iBeacon. I beacons sono trasmettitori Bluetooth Low Energy (BLE) e low cost, che consentono il trasferimento dati mediante la microgeolocalizzazione GPS, ottimizzando i consumi energetici dei devices degli utenti. Le ridotte dimensioni e la conseguente minima invasività rendono i beacon facilmente installabili in qualsiasi ambiente, indoor o outdoor.

In pratica il visitatore che ha installato l’applicazione sul proprio dispositivo, una volta entrato nel raggio di trasmissione del beacon, viene raggiunto da una notifica push. Con un semplice “Tap” l’utente può quindi accedere alla piattaforma e cominciare ad esplorare i contenuti caricati precedentemente nel cloud. Contenuti dinamici e sempre aggiornati grazie ad un semplice ed intuitivo pannello di controllo.

Alla base della tecnologia iBeacon si nasconde un algoritmo sviluppato da Mumble per ottimizzare i segnali che i beacon inviano agli smarpthone. Grazie a questa tecnologia, infatti, lo smartphone dei visitatori è in grado di misurare la potenza e la durata del segnale, calcolando la probabilità reale che l’utente sia vicino ad un preciso beacon, mostrandogli così il contenuto pertinente e diminuendo le interferenze.

Deliverables

Backend e pannello di controllo, App iOS, App Android, Set-up iBeacon, Bug Fix & QA

Highligths

Il primo museo nazionale che sfrutta la tecnologia iBeacon.

PREVIEW